24 Settembre, 2012


Editoriale

 

ORIZZONTI è un’associazione che è nata e agisce per sostenere opere che rispondono al bisogno di persone che vivono in gravi situazioni di povertà, emarginazione, abbandono, malattia. Queste opere, documentate nel nostro sito web, sono realizzate da persone che abbiamo conosciuto, che ci hanno colpito con la loro testimonianza di dedizione e di coraggio, che usano le risorse finanziarie con grande oculatezza e che, soprattutto, sono mosse da una passione per l’uomo che hanno maturato in una appartenenza alla chiesa gioiosa e attraente per chiunque li incontri.

Abbiamo sperimentato che questa coscienza di appartenenza è capace di aprire lo sguardo e il cuore a tutta la realtà e di valorizzare ogni persona incontrata come un essere unico e irripetibile.

La speranza di sviluppo è legata alla crescita di personalità locali capaci di assumersi una responsabilità e diventare protagonisti nelle circostanze in cui sono chiamati a vivere. Ci interessa molto fare un cammino insieme a queste persone: non desideriamo realizzare grandi progetti di cooperazione allo sviluppo, ma favorire la crescita di questi nuovi soggetti che pian piano stanno cambiando la realtà, stanno creando luoghi di umanità rinnovata. Ci interessa, inoltre, fare incontrare questa realtà a tanti amici e conoscenti del nostro territorio che così possono partecipare con noi a questa avventura umana molto bella in cui non c’è nessuna preclusione ideologica.

Siamo consapevoli che i bisogno sono innumerevoli, ma non ci scoraggiamo e guardiamo positivamente quello che abbiamo incontrato e il cammino che possiamo fare insieme, tenendo presente due parole che sono molto importanti: il dono e la gratuità.

 

“La carità nella verità pone l’uomo davanti alla stupefacente esperienza del dono. L’essere umano è fatto per il dono, che ne esprime ed attua la dimensione di trascendenza.”(Caritas in veritate).

 

Può essere un dono di denaro, di tempo libero, di conoscenze professionali, di creatività, di fantasia. Il dono fa crescere anche chi dona. La gratuità fa impegnare nelle cose senza calcolo, senza pretesa di un esito pensato da noi, e aiuta le persone ad essere disponibili al cambiamento e all’imprevisto.

 

 

Attraverso la newsletter, desideriamo informare periodicamente tutti gli amici del cammino che stiamo facendo e dello sviluppo delle opere che stiamo sostenendo. Nel sito inoltre inseriremo documenti che possono aiutare ad approfondire le ragioni di un impegno per gli uomini nel modo in cui ciascuno ritiene liberamente di poterlo esprimere.

 

Le nostre notizie


Invitiamo tutti naturalmente a sostenere l’iniziativa “IL PESCE FA BENEFICENZA” che si svolgerà nella piazza del Teatro Bonci dal 21 al 24 giugno prossimi, a partire dalle ore 19.

 

Mangiando al nostro stand,  sosterrete questo progetto:

 

La Creche Gilmara Iris è uno dei centri educativi delleOBRAS EDUCATIVAS DON GIUSSANI fondati dalla missionaria italiana Rosetta Brambilla. Si trova nella periferia nord della città di Belo Horizonte, in un quartiere povero dove molte persone vivono in condizioni di estremo disagio e svantaggio sociale. Il centro ospita un asilo e un doposcuola. All’interno dell’asilo sono accolti 108 bambini dall’età di pochi mesi ai 6 anni. Il doposcuola è nato successivamente per poter continuare a seguire i bambini che uscivano dall’età prevista per l’asilo e accoglie 80 bambini dai 6 agli 11 anni.

Il centro rappresenta una grande risorsa sia per i bambini che lo frequentano che per le famiglie.

I bambini hanno la possibilità sia di ricevere un’educazione in un luogo sereno, pulito e pieno di amore nei loro confronti, che di soddisfare i loro bisogni primari di alimentazione sana e di igiene, cose che spesso non vengono garantite all’interno delle famiglie per problemi finanziari e sociali. La possibilità di svolgere attività e di giocare in un’atmosfera serena e accogliente non è scontata dal momento che molti di loro vivono abitualmente condizioni di estrema povertà, abbandono e di violenza familiare e vengono spesso lasciati soli durante il giorno, soprattutto se i genitori lavorano, con tutti i rischi che ne conseguono, tra cui quello di trascorrere il proprio tempo per strada e di venir coinvolti in traffici illegali.

Le famiglie vengono coinvolte in un lavoro di accompagnamento essenziale per coloro che vivono gravi difficoltà e vengono aiutate sia dal punto di vista educativo che materiale.

 

Il progetto consiste nel finanziare la conclusione dei lavori per costruire il soffitto e la copertura dell’edificio dove si trova il centro. Per mancanza di fondi, al momento il soffitto non è terminato, il che è fonte di forti disagi per lo svolgimento delle attività: infiltrazioni di pioggia che allagano le aule, favoriscono ambiente malsano e mettono in pericolo il circuito elettrico, polvere dall’esterno e mancato completamento della struttura per ospitare altre aule per le attività.

 

 

 

< Torna alla pagina precedente